06 Aprile 2021

Nomen omen

Mauro Balani
Nomen omen

Assisi con tre esse: stronzi, salite e sassi.

Le tre parole non suonano propriamente come sole, cuore e amore nelle canzoni e nelle poesie. Il nostro proverbiale adagio, senza consegnarci l’ennesima cartolina della città, ha comunque avuto fortuna. Non meno legittimamente, si sarebbero potute associare le tre esse a santa, serafica e souvenir, ma così non è stato.  La scelta lessicale pose una comunità allo specchio e l’immagine riflessa non è mistica, né edulcorata.  L’estrema sintesi ha messo a nudo i consonanti limiti tra le vocali e le virtù. L’appellativo stronzo ha seguito l’evoluzione del significato lessicale. Non ha più una connotazione offensiva, né richiama a crudeltà. Sottende, piuttosto, la caratteristica di persone che facilmente cadono in errore. Un po’ duri a capire, meravigliati e immobili, come il richiamo ai sassi lascia intendere. Vie e vicoli sul crinale di un colle, infine, ci hanno resi consapevoli che la vita non sarà mai in discesa senza aver provato la fatica di una salita.

Mauro Balani
Mauro Balani

Nato in casa nel giorno bisestile, figlio di operai e nipote di contadini, laureato in scienze economiche e bancarie, dirigente d’azienda, sa preparare la torta di Pasqua e ha vinto anche un premio, crede di aver visto il regolo ma non è sicuro.

Seguici

www.assisimia.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]