12 Settembre 2020

Vino

Stefano Santioni
Vino

Se solo le mura del Pedicino potessero parlare, chissà quante storie avrebbero da raccontare! E di sicuro a unirle tutte ci sarebbe il vino, protagonista della storia dell’uomo e della nostra festa. Eh già, perché è proprio quel filo rosso che dalla bottiglia si tuffa nel bicchiere a unire tutte le giornate del Palio di Valfabbrica. Lo troviamo la sera in taverna, quando attorno ai tavoli, tra chiacchiere e canti, i rionali che indossano diversi colori finiscono per vestire tutti di rosso, col visciolino che decide che non è più tempo di rimanere nel bicchiere e infiamma lo spirito della festa. Si cala nel medioevo insieme a noi, quando indossa caraffe e bicchieri di coccio e dà voce ai più timidi intenti a recitare le scene. È presente al campo della giostra, a darti la forza di gridare fino all’ultimo per incitare il tuo cavaliere. E infine lo ritroviamo in piazza, la domenica sera, a celebrare il vincitore e a consolare lo sconfitto. Come un buon amico ti tiene in piedi fino a tarda notte, ti fa ridere e a volte anche litigare, ed è sempre lui che alla fine ti mette a dormire. Chissà se quest’anno sentirà la nostra mancanza come noi sentiremo la sua. Chissà se le mura del Pedicino avvertiranno il peso del silenzio, senza il rumore dei bicchieri che battono sui tavoli durante la Filomena. Perché a casa, insieme a un bell’arrosto, ci potremo sempre gustare un buon bicchiere di vino. Ma quel sapore unico, che solo quei dieci giorni gli sanno dare, quando abbracciati tra quelle vecchie mura intoniamo “…Istud vinum, bonum vinum, vinum generosum…”, quello sì che ci mancherà davvero.

brevi note etimologiche a cura di Carla Gambacorta

Vino deriva dal latino vinum (in greco ôinos) ed è voce antichissima, relitto del sostrato mediterraneo. Questo straordinario prodotto della fermentazione del mosto d’uva ha dato luogo a numerose locuzioni e proverbi, talvolta contraddittori; così se è vero che i Carmina Burana ci suggeriscono che il vino «reddit virum curialem, probum, animosum», è pur forse vero il proverbio tramandato da Plinio: «vino sapientiam obumbrari». Evidentemente, in medio stat virtus.

suggerimento musicale a cura di Francesca Tuscano

Daniele Sepe Il sogno di Bacco/Drunk Man Song

Bere per dimenticare. Bere per ricordare. Bere per piacere. Bere per disgusto. Bere per cantare. Bere per restare in silenzio. In vino veritas. Chi sa se è vero.

Seguici

www.assisimia.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]