Sostieni

Trimestrale di Cultura, Spettacolo e Turismo

Rinasce “Assisi Mia”

di Carlo Cianetti

Rinasce “Assisi Mia”

Abbiamo deciso di riprendere la pubblicazione di “Assisi Mia”, un trimestrale che ha arricchito le biblioteche di turisti ed assisani per diversi anni: dal 1995 al 2000.
Smettemmo la pubblicazione sfiancati dalla continua e sempre più difficile ricerca di finanziamenti, ma anche da una certa indifferenza delle amministrazioni locali. Le due cose insieme, perduranti, ci convinsero ad abbandonare.
Ora i tempi sono cambiati, una pubblicazione cartacea costa assai meno di allora e, soprattutto, è nostra intenzione dare continuità a questo strumento di informazione locale attraverso internet.
La voglia di ricominciare a scrivere è stata stimolata dal desiderio di offrire un nuovo contributo culturale alla città in un momento in cui sembra averne proprio bisogno: se è vero che si vedono elementi di nuova vitalità, dall’altra riteniamo ci siano segni evidenti di crisi sociale e identitaria dell’intera comunità.
Per carità il nostro è un piccolo contributo, è il filo di una rete che può produrre effetti positivi sia in termini sociali, sia culturali. Due anni fa, il 28 novembre, ci lasciava Carletto Angeletti. Forse la perdità più clamorosa dei tempi recenti per Assisi. Una folla mai vista prima ha partecipato al suo funerale, per molte settimane non si è parlato di altro in città.
Carlo era appassionato della sua città, lo dimostrava quotidianamente, nelle chiacchierate in piazza e con gli amici, nelle polemiche, ma soprattutto con idee e iniziative: dall’invenzione del Piccolo Teatro degli Instabili alla Maggiolata, dalle feste di Carnevale alle manifestazioni eno-gastronomiche, editoriali e teatrali. Da ultimo aveva promosso la nascita del circolo “Arnaldo Fortini”, divenuto subito luogo di aggregazione e di incontri socio-culturali. Era di indole malinconica, ma sapeva essere vulcanico e goliardico, amava scherzare e divertirsi; diventava terribilmente serio ed efficace quando si trattava di organizzare i suoi eventi. È stato sicuramente il miglior promotore culturale che Assisi ha avuto negli ultimi decenni e di sicuro uno fra i migliori presidenti dell’Ente Calendimaggio.
Che c’entra con “Assisi Mia”?
Carletto Angeletti è stato il maggiore sponsor e sostenitore della nostra iniziativa editoriale, non solo con il costante contributo finanziario, ma anche con i suggerimenti, lo sprone a continuare, gli elogi e la promozione che ha fatto della rivista. Nel suo ristorante ci ritrovavamo ospiti suoi e della moglie Antonietta, con grande piacere e senso di amicizia, una volta all’anno, per fare il punto della situazione, ma soprattutto per raccontarci aneddoti scherzare, mangiare e bere in qualità e quantità.
Dedichiamo la nuova vita di “Assisi Mia” a questo nostro amico e grande sostenitore.