Sostieni

Le Storie di Assisi

Mauro Balani

Ostia

Anche dove l'assoluto è cementato da dogmatiche certezze, non siede concordia sul numero dei miracoli eucaristici. In Italia sono 22 ascrivibili alle segrete carte della Congregazione, mentre 35 vengono riconosciuti per devozione popolare. Purtroppo, nemmeno l'elencazione più inclusiva annovera il portento che, per ...

Accompagno

Ricorda Sant'Agostino: Sola mors certa est. Altre eccelse menti rimarcano essere due le dipartite. Dante le palesa già nel primo canto dell'Inferno: Ove udirai le disperate strida, vedrai li antichi spiriti dolenti, ch'a la seconda morte ciascun grida. Francesco nel Cantico: Beati quelli ke trovarà ne le tue sanctis...

Lavoro in cerca di mestiere

La quarantena è spesso affidata alla celebrazione del nulla di ieri che oggi lievita come pane fatto in casa. La nostalgia assurge ad eccellenza ogni consumata abitudine, lucida quale coppa dei campioni anche una partita a rubamazzo. Gli edulcorati ricordi sono instabili ancore alle quali ci si aggrappa per non anneg...

Il tempo dei miracoli

Dopo un recente appello, accorato quanto interessato, il mondo è stato messo di fronte ad una crudele verità: "La scienza da sola non basta". Occorrono protezioni diverse dalle mascherine, sicuramente più potenti e forse onnipotenti. La raccomandazione, severa e solenne, non viene dai curati di campagna ma da colui...

I due saponi

Tra le vittime della Spagnola, piangiamo ancora la fiducia incondizionata nella scienza, pur guadagnata sul campo durante la seconda metà del secolo decimonono. Quel flagello è ancora considerata la madre di tutte le pandemie. In un articolo apparso nel  2007 sulla prestigiosa rivista "Le Infezioni in Medicina"...

Battilardo delle Montarelle

Il Concilio di Trento non dissertò unicamente sulla suprema autorità del pontefice e sul numero dei sacramenti. La Chiesa, governate ormai le coscienze, sottopose a disciplina anche gli appetiti. Con decreto del 1563, la pratica dei digiuni e l'astinenza dalle carni furono ufficialmente parte della dottrina. Pe...

Le frittelle di San Giuseppe

C'è un tempo sospeso tra l'inverno e la primavera, quando il gran freddo è domato e la fioritura attesa. I contadini colgono l'attimo potando gli ulivi. Quei rami recisi sono i primi a bruciare nella notte del Santo Giuseppe. Ovunque si accendono falò, per far brace del verno e dar luce alla vita. Nelle nostre campa...

Sfilatino e il panettone

Livietta, della montagna reginetta, finché era stata a servizio dai conti Bindangoli, riscuoteva poco e mangiava meno. Era corteggiata, al pari d’altre cento, dal fornaio che tutte ufficialmente rifiutavano, chiamandolo giocosamente Sfilatino. Stante che magro non era, i loro buoni motivi li avranno senz’altro av...

Torte

Aurelia Scuccuglia, pia donna nata a Valle San Martino di Spoleto, reagisce alla grande guerra con un duplice atto d’amore. Nel 1941 sposa il suo amato Gaetano, lascia poi Terni per Piazza Nova. In vita fu osservante dei precetti cattolici e osservatrice delle terrene vicende, credo lo sia ancora ché non è dato mor...

Mancava l’ignoranza

La mezzadria fu un solco profondo scavato nella storia dell’Umbria. Un modello economico che divenne ben presto sistema sociale. In Assisi si radicalizzò a partire dalle colline e nei secoli garantì equilibrio tra città e campagna, con secolare benedizione dei curati e della curia. Quando la Chiesa postridentina...