Sostieni

Trimestrale di Cultura, Spettacolo e Turismo

Mauro Balani

I due saponi

Tra le vittime della Spagnola, piangiamo ancora la fiducia incondizionata nella scienza, pur guadagnata sul campo durante la seconda metà del secolo decimonono. Quel flagello è ancora considerata la madre di tutte le pandemie. In un articolo apparso nel  2007 sulla prestigiosa rivista "Le Infezioni in Medicina"...

Le frittelle di San Giuseppe

C'è un tempo sospeso tra l'inverno e la primavera, quando il gran freddo è domato e la fioritura attesa. I contadini colgono l'attimo potando gli ulivi. Quei rami recisi sono i primi a bruciare nella notte del Santo Giuseppe. Ovunque si accendono falò, per far brace del verno e dar luce alla vita. Nelle nostre campa...

Sfilatino e il panettone

Livietta, della montagna reginetta, finché era stata a servizio dai conti Bindangoli, riscuoteva poco e mangiava meno. Era corteggiata, al pari d’altre cento, dal fornaio che tutte ufficialmente rifiutavano, chiamandolo giocosamente Sfilatino. Stante che magro non era, i loro buoni motivi li avranno senz’altro av...

Torte

Aurelia Scuccuglia, pia donna nata a Valle San Martino di Spoleto, reagisce alla grande guerra con un duplice atto d’amore. Nel 1941 sposa il suo amato Gaetano, lascia poi Terni per Piazza Nova. In vita fu osservante dei precetti cattolici e osservatrice delle terrene vicende, credo lo sia ancora ché non è dato mor...

Mancava l’ignoranza

La mezzadria fu un solco profondo scavato nella storia dell’Umbria. Un modello economico che divenne ben presto sistema sociale. In Assisi si radicalizzò a partire dalle colline e nei secoli garantì equilibrio tra città e campagna, con secolare benedizione dei curati e della curia. Quando la Chiesa postridentina...